Quando viaggiare in Cambogia? Quale è il periodo migliore?

E’ una domanda che mi viene fatta spesso da clienti e amici.

Se cerchi su google: “Quando viaggiare in Cambogia” vedrai che la maggior parte  dei risultati (se non tutti…) ti diranno che è durante la stagione secca, da novembre ad aprile.

Mentre per un normale turista potrebbe anche essere vero, come fotografo non sono d’accordo e ti spiego il perché:

 

Il clima e le stagioni in Cambogia

La Cambogia è un paese con clima tropicale caratterizzato fondamentalmente da due stagioni: la stagione secca da novembre ad aprile e la stagione delle piogge da maggio ad ottobre.

La stagione secca può essere divisa a sua volta in 2 momenti: da novembre a marzo con un clima piacevole e relativamente secco (tra i 25° e i 30° C), e da aprile a maggio con temperature spesso soffocanti (punte di 40°).

La stagione delle piogge invece, caratterizzata dal monsone che soffia da sud-ovest, non raggiunge quasi mai picchi di calore elevatissimi come ad aprile ma è molto più umida: piogge molto forti ma anche di norma molto brevi e localizzate, solitamente concentrate nel tardo pomeriggio o di notte.

Il turismo di massa

L’alta stagione turistica, tra novembre e aprile con un picco da prima di natale fino a metà gennaio, è determinata proprio dalle stagioni: sopratutto per i grandi gruppi è molto più facile organizzare e rispettare un itinerario quando non piove…

Se seguirai quindi i consigli che ti da il tuo motore di ricerca verrai in Cambogia durante questa stagione, tra novembre e aprile, trovandoti circondato da centinaia di turisti. La famosa alba ad Angkor Wat per esempio a volte conta più di 5.000 persone!

 

Folla di turisti all’alba ad Angkor Wat, alta stagione, febbraio 2018

Stagione secca e stagione delle piogge: pro e contro

Valutiamo adesso i pro e i contro delle due stagioni, con naturalmente un occhio di riguardo all’esperienza fotografica:

Stagione secca: da novembre ad aprile

Pro

  • clima più gradevole, specialmente a dicembre e gennaio
  • precipitazioni praticamente inesistenti
  • essendoci sempre il sole si può “giocare” con il controluce e le ombre

Contro

  • i siti più turistici come Angkor sono molto più affollati, specialmente dal turismo di massa e asiatico
  • i templi sono meno fotogenici: il muschio e i licheni sulle rocce scompaiono velocemente con l’inoltrarsi della stagione secca
  • alcuni templi più famosi (Angkor Wat, Bayon e Ta Prohm in particolare) sono più difficili da fotografare a causa del picco turistico
  • albe e cieli più “piatti”, mancando le nuvole sono meno fotogenici (con eccezione di novembre e inizio dicembre che possono ancora regalare cieli e albe interessanti)
  • alcuni alberghi applicano tariffe più alte
  • aprile può raggiungere temperature per noi occidentali difficili da sopportare… 

Stagione delle piogge: da maggio a ottobre

Pro

  • molti meno turisti
  • la pioggia può offrire opportunità fotografiche uniche ed irripetibili
  • albe e tramonti potenzialmente più colorati e fotogenici
  • campagne e risaie verde lussureggiante
  • i cieli spesso coperti conferiscono un look più “drammatico” alle foto
  • alcuni alberghi offrono sconti e tariffe migliori

Contro

    • clima più umido
    • può capitare, sebbene sia raro, che alcune giornate siano più piovose. Solitamente le piogge più forti sono anche le più brevi.
In generale, per la fotografia di paesaggio la stagione delle piogge è molto più fotogenica di quella secca: tutto il Paese si ricopre di verde, i templi di Angkor si ricoprono di muschi e licheni, i cieli sono spesso azzurri alla mattina e carichi di nuvole nel pomeriggio, i fiumi e le cascate straripano d’acqua, i villaggi galleggianti sul lago Tonle Sap a volte si allagano (non tutti gli anni, dipende da vari fattori…), le campagne e le risaie sono rigogliose, ecc… E’ inoltre il periodo dell’anno dove si vedono le albe e i tramonti migliori.
Quando viaggiare in Cambogia
Due foto dei templi Bakong e Bayon sotto la pioggia
Dicembre 2017, inizio stagione secca
Settembre 2016, fine stagione delle piogge
Marzo 2018, stagione secca
Agosto 2017, stagione delle piogge

La mia stagione preferita?

Senza ombra di dubbio la stagione delle piogge.

In Occidente crediamo che in Sud Est Asiatico durante la stagione delle piogge piova ininterrottamente per 6 mesi.
Io personalmente ho sentito agenti di viaggio in Italia sconsigliare a clienti viaggi ad agosto perché secondo loro, a causa dei monsoni, piove tutto il giorno.

Quello che però in molti non sanno è che la Cambogia è privilegiata: per quanto in effetti possa capitare che sulla costa possa piovere anche per qualche giorno consecutivo questa non è la realtà dell’entroterra qui a Siem Reap e ad Angkor. Il motivo è che nell’entroterra non esiste un vero e proprio monsone, di solito piove 2 o 3 volte a settimana nel tardo pomeriggio o di notte, con precipitazioni brevi e molto localizzate. 

Ricordo addirittura in alcune stagioni delle piogge passate dove non cadeva una goccia d’acqua anche per diversi giorni consecutivi.

” In quasi 10 anni di tour con clienti e con centinaia di visite in Angkor ho rischiato di cancellare il tour solo 2 volte a causa della pioggia.”

Tutti i miei tour in Cambogia sono caratterizzati dalla massima flessibilità: nello sfortunato caso di piogge eccessive possiamo facilmente adattare il programma, per esempio andando a fotografare un mercato coperto o un monastero buddista.

“Tutti i miei tour in Cambogia sono caratterizzati dalla massima flessibilità”

Conclusioni: quando viaggiare in Cambogia?

Quando viaggiare in Cambogia quindi? Se sei un fotografo paesaggista non ci pensare due volte: la stagione delle piogge è indubbiamente più fotogenica.

Se invece sei più interessato al reportage e ritratto ogni stagione va bene, essendo un genere fotografico meno influenzato dalle condizioni meteorologiche.

 

NB: le considerazioni fatte riguardanti le stagioni, le precipitazioni e la temperatura, per quanto generalmente precise e basate su anni di esperienza, sono da ritenersi di massima. Il problema del riscaldamento globale sta portando cambiamenti anche qui… 

Qui di seguito una selezione di fotografie scattate nelle due stagioni

 

Alba ad Angkor Wat, stagione secca, marzo 2019

 

Alba ad Angkor Wat, stagione delle piogge, novembre 2017 

 

Pescatori sul lago Tonle Sap, agosto 2012

 

Riflessi al mercato notturno, agosto 2017 

Cambogia, risaie
 

Risaie, stagione delle piogge

Viaggio fotografico in Cambogia
 

Villaggi galleggianti sul lago Tonle Sap, stagione delle piogge

Se vuoi guardare altre foto della Cambogia puoi cliccare qui.

Per vedere invece le foto dei partecipanti ai miei tour fotografici clicca qui.

Guarda gli itinerari dei Foto Tour in Cambogia

foto tour

Cambogia,
La Vita dei Monaci

foto tour

Cambogia,
The Best Of in 9 giorni

foto tour

Cambogia,
The Grand Tour in 12 giorni

Pin It on Pinterest